Gli oli essenziali sono ottimi per la cura della persona ma non solo: possono servire per pulire, disinfettare e sanificare gli ambienti domestici. In questo modo si può ridurre l’esposizione agli agenti chimici irritanti che solitamente si annidano nei detersivi comunemente utilizzati e sfruttare le proprietà antibatteriche e antivirali delle essenze naturali.

Fra gli oli antibatterici più efficaci troviamo lavanda, timo, limone e origano, mentre fra gli antisettici menta, basilico, geranio e tea tree. Ovviamente vanno scelti in base alla destinazione d’uso. Per esempio, per ottenere un buon detergente antibatterico da usare sui pavimenti si miscelano acqua calda, poche scaglie di sapone di Marsiglia, 3-4 cucchiai di aceto bianco e un mix di oli essenziali (3 gocce di limone, 3 gocce di timo e 3 gocce di origano).

Per profumare e disinfettare la biancheria mentre si fa il bucato a mano o in lavatrice vanno aggiunte all’acqua di lavaggio 3 gocce di olio essenziale di lavanda e 2 gocce di tea tree. Quest’ultimo ha anche proprietà anti-muffa, basterà miscelarlo con acqua e aceto e spruzzare il tutto sulle zone da trattare.

Ancora qualche consiglio: per tenere lontane le zanzare gli oli essenziali migliori sono eucalipto e geranio, vanno diluiti in acqua e poi diffusi nell’ambiente con un bruciaessenze; mandarino e arancio dolce sono rilassanti e favoriscono sonno e calma, ottimi da diffondere in camera da letto, anche dei bimbi.

Foto | Paolo Bertinetto su Flickr