Nel passaggio tra l’estate e l’autunno il corpo può indebolirsi e risentire dei cambiamenti climatici in atto. Se si conduce una vita stressante, troppo sedentaria e poco sana sotto vari punti di vista, è molto facile che si presentino piccoli grandi problemi di salute.

Quando le difese immunitarie sono a terra, virus e batteri ne approfittano subito per insediarsi in diverse zone dell’organismo e iniziare a fare danni. In particolare per le donne, in questo periodo sono frequenti infiammazioni a carico del tratto urinario e dei genitali. Parliamo di cistiti e vaginiti acute.

Considerato che sono disturbi che arrecano non pochi fastidi, la prevenzione gioca un ruolo fondamentale. Ecco qualche dritta per evitarne la comparsa e la cronicizzazione:
– indossare biancheria di cotone naturale e pantaloni comodi, non troppo stretti
– usare detergenti intimi delicati con pH acido, ricchi di estratti vegetali ad azione lenitiva ed emolliente (malva, aloe, camomilla, calendula)
– mantenere l’intestino regolare consumando abbondante frutta e verdura di stagione e fibre (cereali, semi oleosi e legumi)
– bere molta acqua naturale o tisane

Per quanto riguarda il trattamento di queste infezioni, i rimedi più delicati ma efficaci sono l’assunzione di fermenti lattici e di estratti vegetali specifici. I probiotici aiutano a ripristinare l’equilibrio dell’intestino e, di conseguenza, rinforzano le naturali difese dell’organismo. Tra le piante maggiormente efficaci menzioniamo la Verga d’oro, il Mirtillo e l’Uva ursina, drenanti che disinfettano le vie urinarie, e il Cranberry, che impedisce l’adesione dei batteri alle pareti della vescica.

Foto | Andrew Morrell su Flickr